Pubblicato: 14 Agosto 2012
Stratpharma AG

I gel in silicone rivoluzionano la dermatologia

La piccola azienda farmaceutica di Basilea, la Stratpharma, è specializzata in gel dermatologici in silicone e sta entusiasmando medici e ricercatori di tutto il mondo con due dei suoi prodotti. Entrambi hanno il potenziale per rivoluzionare i metodi di trattamento utilizzati finora.

I collaboratori di Stratpharma di Basilea non hanno bisogno di un proprio orologio. Basta un'occhiata fuori dalla finestra dell'ufficio e lo sguardo si ferma su uno dei due grandi orologi della stazione. Più in giù, nella Centralbahnplatz è un viavai di tram verdi e folle di persone si affrettano ogni minuto dall'edificio della stazione alla piazza. «Ci inseriamo bene in questo contesto attivo, internazionale», commenta con un sorriso compiaciuto il fondatore e CEO australiano di Stratpharma, Darren Kerr. In effetti l'azienda da lui fondata nel 2005 ha un orientamento spiccatamente internazionale, ma anche il team di 15 membri è un pot-pourri di nazioni. Ad esempio, già solo gli otto collaboratori della sede centrale di Basilea parlano correntemente sette lingue.

Stratpharma_2.jpg

Il silicone nella medicina 

I prodotti di Stratpharma si basano invece tutti sulla stessa materia prima: il silicone. Il silicone trova impiego nei più svariati ambiti della vita, spaziando dalla tecnologia dei beni alimentari, al settore edile o appunto alla farmacia. Negli anni 2000, lo specialista in marketing Darren Kerr ha iniziato ad occuparsi in modo approfondito dell'impiego del silicone nel trattamento delle ferite. Ha preso parte a congressi, ha parlato con medici e chimici specializzati in polimeri ed è venuto così direttamente a conoscenza delle esigenze della medicina: «Ho avuto la fortuna di poter parlare con i maggiori esperti nell'ambito della guarigione delle ferite. E i medici erano entusiasti di poter condividere le proprie idee con qualcuno che fosse in grado di portarle alla commercializzazione.» La piccola impresa farmaceutica di Basilea possiede ormai cinque prodotti dotati di licenza sul mercato, seguiranno due nuovi prodotti nel 2013 e altri nel prossimo futuro. Il prodotto più datato e ormai ampiamente affermato di Stratpharma è il gel per cicatrici Strataderm, che ad oggi è stato autorizzato in 60 paesi. Nel campo del trattamento e della cura di cicatrici in commercio si trovano tuttavia anche prodotti della concorrenza. La situazione è invece diversa per StrataXRT e Stratamark. A tale riguardo non esiste nulla di paragonabile. StrataXRT è un gel impiegato per pazienti affetti da cancro che devono sottoporsi a radioterapia. Il 65 per cento di questi pazienti soffre di radiodermatite o dermatite da radiazioni che può aggravarsi al punto di dover interrompere una terapia vitale. In proposito Darren Kerr spiega: «StrataXRT assicura una protezione migliore della pelle e ritarda l'insorgere di lesioni cutanee importanti. La pelle si riprende molto più rapidamente anche dopo la radioterapia, tanto da consentire di portare a termine i cicli terapeutici.» Entusiasta, prosegue: «Negli studi questo prodotto si è rivelato eccellente. Siamo tutti molto entusiasti dei buoni risultati raggiunti.»

Stratpharma_3.jpg

La ricerca con i prodotti Stratpharma 

Dagli uffici di Basilea viene coordinato un vasto programma di ricerca con i prodotti Stratpharma. Attualmente sono in corso venti diversi protocolli per studi clinici in 160 sedi in tutto il mondo e oltre 6000 pazienti sono coinvolti in questi studi. I risultati saranno pubblicati nelle principali riviste scientifiche mediche. Non solo in Darren Kerr, bensì anche tra i suoi collaboratori, si percepisce un grande entusiasmo quando si parla degli studi. Anche Stratamark, il secondo prodotto senza pari di Stratpharma, ottiene ottimi risultati.  Questo gel in silicone viene utilizzato per la prevenzione e il trattamento delle smagliature che insorgono frequentemente in gravidanza: «Quando ne parlo ai ginecologi, ne rimangono entusiasti: allora esiste davvero un prodotto che agisce contro le smagliature da gravidanza!», racconta Darren Kerr. I successi negli studi e le relazioni positive nelle riviste mediche sono molto utili per l'affermazione della piccola impresa Stratpharma. Quest'anno i prodotti sono già stati commercializzati in Cina, Brasile e Sudafrica; seguiranno la Russia, gli USA, la Corea del Sud e la Turchia. La concessione di capitale di rischio da parte della Credit Suisse Entrepreneur Capital SA è stata fondamentale per la rapida espansione nei primi anni di vita della Stratpharma. L'obiettivo era quello di rendere commercializzabile in tempi brevi un piccolo gruppo di prodotti, assicurarne la diffusione in alcuni piccoli mercati per poi conseguire una redditività sostenibile. «Oggi ci troviamo di nuovo ad un punto in cui stiamo introducendo sul mercato una serie di nuovi prodotti e desideriamo promuovere l'espansione globale. Vogliamo puntare sui tre grandi mercati principali: gli USA, il Giappone e l'Europa occidentale», spiega Darren Kerr e il suo sguardo viene catturato dall'orologio della stazione, perché tra poche ore partirà per Londra con i promettenti prodotti in silicone nel proprio bagaglio.